ACCORDO UE È SPERANZA PER CITTADINI NORD ITALIA

21 Febbraio 2024

L’accordo europeo sul pacchetto Aria pulita è sicuramente un passo in avanti  ma si poteva fare di più .

Dimezzare entro il 2030 le polveri sottili Pm2,5 e biossido di azoto, gli inquinanti più pericolosi per la salute umana, è un obiettivo che se raggiunto ci permetterebbe di ridurre di almeno il 55% le vittime causate da problemi respiratori.

I cittadini di Lombardia, Piemonte e tutta la pianura padana beneficeranno molto da questo nuovo testo che prevede, fra le altre cose, anche un aumento delle centraline di misurazione della qualità dell’aria nelle città e il diritto al risarcimento per quei cittadini che si ammalano a causa dello smog.

Tuttavia, conoscendo i negazionisti climatici che sono al governo attualmente in Italia, e la sottovalutazione del problema salute da parte di chi ha la responsabilità del governo regionale e non solo, esprimiamo forte preoccupazione per la flessibilità concessa agli Stati membri e di conseguenza alle Regioni interessate.

Anche in virtù dell’emergenza smog nel Nord Italia, una volta approvato in via definitiva questo testo, il governo italiano deve dichiarare di non far ricorso alla clausola che concederebbe dieci anni in più agli Stati membri per raggiungere i nuovi limiti europei.

I cittadini sperano nell’Europa per avere un’aria più respirabile, non deludiamoli.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles