GIOVANI: IL FUTURO D’EUROPA

20 Marzo 2024

Nel mio ruolo di Eurodeputata sento sempre la responsabilità di fornire ai giovani tutte le opportunità, gli spazi e gli strumenti necessari per far sì che possano esprimere la loro voce, partecipare attivamente alla vita politica europea e sentirsi protagonisti di un cambiamento culturale che oggi deve indispensabilmente partire proprio da loro. Non solo: devono poter veder loro garantito il diritto a studiare, lavorare e vivere nel nostro Paese, senza dover accettare sacrifici o scendere a compromessi. I tirocini non retribuiti, per esempio, sono una forma di sfruttamento oltre che una violazione dei loro diritti: chiamiamo le cose con il loro nome.

Forse avrete notato che una sezione del mio sito è dedicata proprio ai giovani: si chiama “sportello giovani“. In questo spazio, mensilmente aggiornato, abbiamo raccolto una serie di opportunità per studenti, neolaureati e giovani professionisti presso le più importanti agenzie, organizzazioni partner, enti e sedi istituzionali dell’Unione Europea.

Quando parliamo di giovani ed Europa, la prima cosa a cui pensiamo sono i programmi di studio, un fatto straordinario che ha arricchito l’Unione Europea e ha contribuito a crearla. Ma, come tutte le cose straordinarie e innovative, si devono adeguare e comprendere quali sono le esigenze dei ragazzi e i pericoli che corrono. C’è una sorta di pregiudizio positivo, dire che questa cosa bellissima può essere migliorata, viene preso come una critica.

Quella dell’Erasmus è un’esperienza culturale estremamente arricchente, densa di significato, crescita personale e nuove consapevolezze. Ma è anche un’esperienza che mette a nudo le fragilità per molti giovani, che senza gli adeguati strumenti per poter rispondere alle difficoltà che incontrano, si abbandonano alle loro insicurezze.
Per questo motivo ho depositato degli emendamenti nell’ambito del dossier sulla salute mentale, che sono stati poi votati e approvati, affinché gli Stati membri si impegnino a fornire servizi di assistenza psicologica e psicoterapeutica gratuiti, efficaci e accessibili, agli studenti nei programmi di scambio. Mettiamo da parte stigma e pregiudizi sulla salute mentale: abbiamo l’opportunità di migliorare uno dei programmi faro dell’Unione Europea e di maggior successo per la formazione dei nostri ragazzi, perché sprecarla?

 

Proposta Commissione sui tirocini retribuiti

Risoluzione del Parlamento europeo del 12 dicembre 2023 sulla salute mentale

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles