BRANDIZZO, INCIDENTE FERROVIARIO: NECESSARIO RIVEDERE SISTEMA APPALTI E SUBAPPALTI

1 Settembre 2023

Cinque vite spazzate via nella notte, sulla rete ferroviaria italiana mentre lavoravano per migliorarla: i cinque operai morti investiti da un treno di Rfi lavoravano per una ditta appaltatrice esterna. Appalti e subappalti sono ormai la norma in settori strategici – come trasporti, sanità, assistenza – ma sono basati sul risparmio dei diritti dei lavoratori e delle norme di sicurezza. Bisogna rivedere seriamente questo sistema!

Il sindaco di Brandizzo, dove è avvenuta la tragedia, ha detto che forse ci sono stati problemi di comunicazione sulla presenza del cantiere, ma una cosa è certa: gli operai non sapevano dell’arrivo del treno e il macchinista non sapeva della presenza di un cantiere con sette operai! E’ così? Le indagini ce lo diranno ma prima ancora della giustizia in aula bisogna prevenire i tanti troppi incidenti mortali sul lavoro, una strage quotidiana di cui si perdono le cifre esatte che, qualunque si consideri, sono sempre troppo alte. I morti sul lavoro non sono incidenti, non capitano per caso: capitano perché non c’è la prevenzione prima e perché non ci sono i controlli durante. Intervenire solo dopo non salva le vite umane. E’ questione di investimenti ma anche di attenzione da parte di politica, imprese e sindacati. In Europa, l’Italia è il paese che l’anno scorso ha registrato il maggior aumento di morti sul lavoro, con mille vittime circa. Inaccettabile!

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles