LOMBARDIA, BASTA CONSUMO DI SUOLO: SOSTEGNO A PETIZIONI PARCO AGRICOLO SUD E PARCO TICINO

18 Luglio 2023

Stadi, autostrade, grattacieli, capannoni: in Lombardia si continua a divorare suolo, con l’assenso delle amministrazioni locali, in barba alla vita dei cittadini, all’economia dei territori e alle norme europee. In commissione Peti, di cui faccio parte, sono arrivati i casi del Parco Agricolo Sud e del Parco del Ticino, minacciati da ogni tipo di progetto di costruzione. Come Movimento 5 Stelle appoggeremo le richieste dei firmatari delle due rispettive petizioni che chiedono a Bruxelles di tenere aperti i fascicoli e approfondire le loro denunce.

Nel Parco Agricolo sud, l’idea del Milan di costruirci il proprio stadio si aggiunge ai tanti interventi già previsti che minacciano un’area strategica dal punto di vista ambientale e della sicurezza alimentare europea: parliamo del parco periurbano più grande d’Europa e del sistema agroalimentare più importante a livello italiano e uno dei più importanti a livello europeo. Alle porte del Parco del Ticino, si procede con la Vigevano-Malpensa che taglia terreni coltivati e snatura la vocazione agricola dell’area mettendo in ginocchio tutta l’economia virtuosa dell’area, mentre servirebbe potenziare i collegamenti esistenti per i pendolari con Milano. Noi non siamo contro le infrastrutture, ma siamo perché le infrastrutture servano davvero alla crescita del benessere collettivo. La Lombardia è una delle aree più inquinate del continente e bisogna recuperare aree dismesse e degradate, non costruire e costruire: lo richiede il buon senso e lo prevede la legge approvata settimana scorsa dal Parlamento europeo sul ripristino della natura. Il sindaco di Milano e dell’area metropolitana su cui tutto questo ricade, Beppe Sala, ha l’obbligo di coordinare gli interventi con un piano articolato del territorio.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles