CACCIA, PER COLPA DESTRA ITALIA RISCHIA DI PAGARE SANZIONE UE

9 Febbraio 2024

La procedura d’infrazione all’Italia sulla caccia è la conferma di tutti i nostri avvertimenti: in una interrogazione alla Commissione europea avevamo segnalato le palesi violazioni delle direttive comunitarie nell’esercizio dell’attività venatoria in Italia.

E ora infatti l’Europa contesta al nostro Paese una serie di atti legislativi non conformi alla legislazione dell’Ue.

In particolare si contesta al governo di dare alle Regioni il potere di consentire la caccia in ambiti e in periodi invece preservati a livello comunitario per tutelare gli animali e l’ambiente.

All’interrogazione che avevo presentato lo scorso ottobre sulla regolamentazione dell’utilizzo degli uccellini impiegati come richiami vivi in Lombardia, la Commissione aveva risposto che stava vagliando i rilievi presentati e adesso ecco l’esito.

L’atto di oggi è purtroppo la conferma che avevamo ragione, altro che ambientalismo ideologico, come ci etichetta chi si preoccupa solo di far contenti i cacciatori senza dare liniti di buon senso.

Così ora l’Italia, rischia di pagare una pesante sanzione che come sempre ricadrà sugli italiani.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles