REGOLAMENTO UE SUL PACKAGING: SÌ A EQUO BILANCIAMENTO TRA RIUSO E RICICLO

26 Luglio 2023

All’interno dell’UE, ogni anno vengono prodotte 2,2 miliardi di tonnellate di rifiuti. Più di un quarto (27%) è rappresentato da rifiuti urbani: detriti quotidiani raccolti e trattati dai comuni, generati prevalentemente dalle famiglie.
Per quanto riguarda l’Italia, secondo l’ultimo rapporto Ispra, il nostro Paese ricicla il 72% di tutti i rifiuti, un primato importante in Europa se consideriamo che la media dei paesi Ue si attesta al 53%. Sebbene questo dato pare rassicurante, un campanello d’allarme scatta con riferimento alla plastica. Purtroppo, nel 2020, su 3,7 milioni di tonnellate di rifiuti plastici in Italia, solo 1,6 milioni (42%) sono stati differenziati e, di questi, il 39% avviato a riciclo. Il resto finisce negli inceneritori o, peggio, in discarica.

Proprio per ridurre gli imballaggi in circolazione ed evitare che si registri una vera e propria invasione, la Commissione Europea ha presentato una proposta di regolamento mirata a migliorare il design degli imballaggi, dotarli di etichettatura chiara e incentivare il riutilizzo e il riciclo.

Il Movimento 5 stelle ha accolto con favore questo nuovo testo perché incentiva il passaggio dagli imballaggi “usa e getta” ad una logica di riutilizzo e ricarica. Tuttavia, sosteniamo che accanto al riuso, sul quale l’Italia ha ampissimi margini di miglioramento, vada implementato e portato definitivamente anche a regime anche il riciclo, nel quale il nostro Paese, con particolare riferimento allo smaltimento di carta e cartone, è leader Europeo.

Per questo motivo ho presentato vari emendamenti che cercano di trovare un equo bilanciamento tra riuso e riciclo, perché non possiamo in nessun modo danneggiare tutte quelle imprese e PMI che negli ultimi anni hanno investito ingenti risorse, creando inoltre migliaia di posti di lavoro, nella filiera del riciclo.

Infine, un’attenzione particolare l’ho avuta anche nei confronti delle iniziative di Campagna Amica e Mercato Contadino, eccellenze che vanno sostenute ed incoraggiate. Tutti i piccoli imprenditori agricoli che partecipano a tali iniziative riconosciute a livello nazionale/locale devono essere esentati dagli obblighi di riuso previsti dal regolamento.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles