RIFORMA SETTORE FARMACEUTICO NASCE COL PIEDE SBAGLIATO

11 Aprile 2024

La riforma del settore farmaceutico europeo nasce col piede sbagliato. Ci rammarichiamo infatti che sia stata bocciata la nascita di una struttura pubblica per ovviare agli evidenti fallimenti di mercato nel settore della produzione e vendita di medicinali. Una casa farmaceutica pubblica europea avrebbe incentivato la ricerca e lo sviluppo di nuovi farmaci per curare le malattie rare e avrebbe razionalizzato le competenze delle varie agenzie che hanno molti compiti e troppo spesso sovrapposti. Purtroppo questo emendamento è stato bocciato, ma noi non ci arrenderemo così.

Nel voto finale del regolamento ci siamo astenuti anche perché non siamo soddisfatti dell’aumento della regulatory data protection e perché è stata annacquata la riforma della governance di EMA, per la quale si erano avanzate proposte per frenare il meccanismo delle porte girevoli e limitare al minimo il conflitto di interessi e incentivare. Tra le note positive invece rileviamo la nascita di un meccanismo di acquisti congiunti dei medicinali sugli antimicrobici innovativi e le nuove norme che renderanno i generici più facilmente reperibili nel mercato.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles