RIGASSIFICATORE A VADO LIGURE: ITER AZZERATO

16 Maggio 2024

Il rigassificatore a Vado non era sicuro, ora lo ammette anche Snam. Per mesi la giunta ligure è andata avanti contro ogni parere, contro l’interesse pubblico, contro ogni buona regola di precauzione per la tutela della salute pubblica: addirittura undici mesi fa il Governo Meloni nominava Giovanni Toti commissario straordinario per la ricollocazione del rigassificatore. Lui aveva assicurato che l’opera era sicura, le sue parole erano state ‘nessun rischio’.

Tralasciando le vicende giudiziarie che coinvolgono il Presidente Toti, ora lo stop più importante al rigassificatore a Vado arriva dalla stessa Snam, con il ritiro del rapporto preliminare di sicurezza. Parere che, ricordiamo, si aggiunge a quello dei cittadini, amministratori locali, Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Capitaneria di Porto, Vigili del Fuoco e biologi marini.

Negli ultimi mesi a Bruxelles ho seguito la situazione da molto vicino: ho sostenuto la petizione dei cittadini in Commissione petizioni e avevo anche presentato un’interrogazione alla Commissione europea che, nella risposta, aveva indicato la necessità di valutare soluzioni alternative di minore impatto.

Dopo tanti sforzi siamo finalmente sulla strada giusta: la salute del territorio e dei suoi abitanti ringrazia!

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles