SU EURO 7 MARCIA INDIETRO, VINCE IL PARTITO DELLO SMOG

9 Novembre 2023

Il nuovo regolamento Euro 7 rappresenta una occasione sprecata, al Parlamento europeo è passata la linea di chi mette la testa sotto la sabbia quando si deve tutelare la salute pubblica.
L’aggiornamento degli attuali limiti per le emissioni di gas di scarico, come ossidi di azoto, particolato, monossido di carbonio e ammoniaca, arriverà infatti con tempi troppo dilatati e questo avrà delle conseguenze drammatiche sulla qualità dell’aria nelle nostre città e più in generale in tutto il bacino padano. Il Movimento 5 Stelle si è opposto a questo compromesso al ribasso che agevola esclusivamente le case automobilistiche e non i cittadini.

Purtroppo ha vinto il partito dello smog. Fra le tante ombre c’è tuttavia qualche spiraglio di luce. Il Parlamento europeo ha infatti bocciato due emendamenti presentati dalla destra che puntavano a mettere in discussione lo stop alle auto inquinanti a partire dal 2035 introducendo un regime speciale per i carburanti neutri e per i biocarburanti.
È stato approvato invece un emendamento, il 139, che prevede speciali deroghe per i piccolissimi costruttori. E di questo invece siamo soddisfatti.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles
error: Content is protected !!