UE NON CEDA AL CARTELLO DELLE FONTI FOSSILI

12 Dicembre 2023

L’Unione europea non ceda al cartello delle fonti fossili che sta cercando di influenzare l’esito della Cop28.

Nell’ultima bozza di accordo finale, oltre al mancato riferimento all’eliminazione graduale delle fonti fossili, era presente un chiaro tentativo di greenwashing nel punto in cui prevedeva il via libera a petrolio e gas se “unabated”, e cioè nel caso in cui fossero presenti sistemi di cattura e stoccaggio dell’anidride carbonica.

Tuttavia, la scienza ha dimostrato il fallimento di questi dispositivi che secondo alcune stime porterebbero comunque il nostro Pianeta a sforare la soglia di 1,5 gradi gettando nell’atmosfera 86 miliardi di tonnellate di gas serra.

Sorprende, infine, la posizione negoziale dell’Italia che tace sulle fonti fossili.

Mentre l’Unione europea, molti Paesi emergenti e persino gli Stati Uniti stanno combattendo una dura battaglia negoziale sul phaseout, e cioè l’uscita graduale dai combustibili fossili, le dichiarazioni provenienti dai nostri esponenti governativi parlano di nucleare, che non abbiamo peraltro in Italia, ma senza affrontare il nodo vero della Conferenza.

Vuoi rimanere aggiornato? Iscriviti alla Newsletter

https://mariangeladanzi.it/wp-content/uploads/2023/09/Tavola-disegno-11-copia-2-320x167.png
© 2023/24 - Maria Angela Danzì • Non-attached member of the European Parliament
Contatti
Parlamento europeo • Rue Wiertz 60, 1047 Bruxelles